ULTIM'ORA DI TELETUTTO
GIUFFRIDA (LIBERA): "SCONFIGGERE LE MAFIE SI PUO'"
21-09-17 ore 19.07 Si e' chiuso con dieci condanne per complessivi 109 anni e 6 mesi e 6 assoluzioni il processo davanti al Tribunale di Brescia per estorsioni, minacce, detenzione abusiva di armi, aggravati dall'associazione a delinquere di stampo mafioso, per fatti accaduti a Mantova dove nel 2015 vennero arrestate 117 persone e con l'inchiesta dell'antimafia che tocco' anche l'amministrazione comunale. Fra i condannati c'e' Nicolino Grande Aracri, capo cosca e boss della 'ndrangheta. 21-09-17 ore 19.07 Si e' chiuso con dieci condanne per complessivi 109 anni e 6 mesi e 6 assoluzioni il processo davanti al Tribunale di Brescia per estorsioni, minacce, detenzione abusiva di armi, aggravati dall'associazione a delinquere di stampo mafioso, per fatti accaduti a Mantova dove nel 2015 vennero arrestate 117 persone e con l'inchiesta dell'antimafia che tocco' anche l'amministrazione comunale. Fra i condannati c'e' Nicolino Grande Aracri, capo cosca e boss della 'ndrangheta. Per lui la pena da scontare e' di 28 anni.""Non siamo contenti. Siamo soddisfatti". Questo il sentimento espresso dai pm della DDA di Brescia, Claudia Moregola e Paolo Savio, cui va il nostro ringraziamento, e che condividiamo pienamente - ha dichiarato Giuseppe Giuffrida di Libera Brescia - perche' e' stato riconosciuto lo sforzo investigativo, la tenacia nel suo perseguimento, la scrupolosa conduzione delle indagini.
altre news